Simona Troilo
Simona Troilo è ricercatrice a tempo determinato presso il Dipartimento di Scienze umane dell'Università dell'Aquila. Si è addottorata presso l'Istituto Universitario Europeo di Fiesole e ha svolto attività didattica e di ricerca presso gli atenei di Padova e Bologna. Si occupa prevalentemente della funzione identitaria del patrimonio storico-artistico e del rapporto archeologia/imperialismo/colonialismo tra '800 e '900. Su questi temi, ha pubblicato saggi e articoli su riviste italiane e straniere (tra gli altri, S. Troilo, La patria e la memoria. Tutela e patrimonio culturale nell’Italia unita, Milano, Electa Mondadori, 2005; idem, 2012 “A gust of cleansing wind”: Italian archaeology on Rhodes and in Libya in the early years of occupation (1911-1914), “Journal of Modern Italian Studies”, vol. 17, n. 1, pp. 45-69, 2012; 2012 Pratiche coloniali. La tutela tra musealizzazione e monumentalizzazione nella Rodi “italiana” (1912-1926), “Passato e Presente”, n. 87, pp. 80-104, 2012; idem, 2009 Levante. “Archeologi” britannici e percezione dell'antico nell'Impero Ottomano, “Contemporanea”, n. 4, pp. 651-671, 2009).